Ciccina Festa dei Nonni
Diventa Fan di Ciccina.it

Torna a:
Tutto sul 1 maggio

Home ciccina


 
Condividi con i tuoi amici: 

 

1947: L'eccidio di Portella della Ginestra

La pagina più sanguinosa della festa del lavoro venne scritta nel 1947 a Portella della Ginestra, dove circa duemila persone del movimento contadino si erano date appuntamento per festeggiare la fine della dittatura e il ripristino delle libertà, mentre cadevano i secolari privilegi di pochi, dopo anni di sottomissione a un potere feudale. La banda Giuliano fece fuoco tra la folla, provocando undici morti e oltre cinquanta feriti. La Cgil proclamò lo sciopero generale e puntò il dito contro "la volontà dei latifondisti siciliani di soffocare nel sangue le organizzazioni dei lavoratori".
La strage di Portella delle Ginestre, secondo l'allora ministro dell'Interno, Mario Scelba, chiamato a rispondere davanti all'Assemblea Costituente, non fu un delitto politico. Ma nel 1949 il bandito Giuliano scrisse una lettera ai giornali e alla polizia per rivendicare lo scopo politico della sua strage. Il 14 luglio 1950 il bandito fu ucciso dal suo luogotenente, Gaspare Pisciotta, il quale a sua volta fu avvelenato in carcere il 9 febbraio del 1954 dopo aver pronunciato clamorose rivelazioni sui mandanti della strage di Portella.

 
Condividi con i tuo amici: 
 
 
Novità di Ciccina
Promozioni
Eventi
Beneficenza
 
sponsor by




Ciccina.it® 2003-2018 Tutti i diritti riservati. Art Design | contatto stafffeed rss Ciccina.it | copyright | parlano di noi
Ciccina web 2.0 - Ultima Modifica: 22.10.2016, 23:01