sabato 05 dicembre 2020
Vacanze in Salento: tour dei due mari attraverso le bellezze del territorio
 Vacanze in Salento: tour dei due mari attraverso le bellezze del territorio


Ben 250 km a prevalenza pianeggiante, rendono il Salento non soltanto la meta preferita dagli amanti del mare, ma anche di chi vuole godere dell'entroterra attraversando percorsi e sentieri ciclabili.

Il Salento racchiude senz'altro il meglio che la nostra penisola abbia da offrire al visitatore: acque cristalline, paesaggi incontaminati, una storia millenaria, e culture e tradizioni uniche. Un itinerario in bici permette di scoprire questi e altri aspetti delle terre pugliesi, meglio se nella bassa stagione, per evitare l'affollamento turistico.

La conformazione del territorio, prevalentemente pianeggiante, è adatta anche a famiglie e ciclisti meno esperti. Sentieri e percorsi sono ben segnalati, intervallati da piccoli borghi dove fare soste enogastronomiche o deviazioni verso calette naturali dove rinfrescarsi.

Tra i percorsi più battuti dagli amanti delle due ruote c'è il "Tour dei Due Mari", un itinerario che parte dai Laghi Alimini a nord di Otranto, per arrivare a Gallipoli dopo 126 km di paesaggi da cartolina. Tra questi come non citare, proprio a Otranto, il faro di Punta Palascia, che si trova nell'estremo punto orientale d'Italia, poco distante da un altro gioiellino multicolore della natura pugliese: la cava di bauxite.

Un tipo di viaggio "slow" che permette di godere delle bellezze del Salento, km dopo km, tra villaggi, masserie e uliveti, cattedrali bizantine e le tracce delle tante civiltà che hanno segnato questa terra in modo unico.

Oltre alle già citate Gallipoli e Otranto, Leuca e Lecce sono due punti fissi di un itinerario cicloturistico nel tacco dello stivale. Il capoluogo del Salento è la partenza ideale per poter mantenere il mare sempre alla propria destra, senza alcuna corsia stradale di intralcio. L’ideale è soggiornare in uno dei villaggi turistici nelle marine di Lecce da utilizzare come punto di partenze e arrivo del tour in bici lungo la costa Salentina.

Da Lecce a Otranto servono almeno 4 giorni di percorrenza per godersi il percorso con i giusti tempi. Con meno tempo a disposizione rischieresti di perderti qualcosa. La stessa Lecce è attraversata da un itinerario di 35 km a carattere archeologico che attraversa anche i comuni di San Donato e Cavallino.

Un itinerario alla scoperta del Salento più antico è quello che tocca i tanti castelli del territorio, molti dei quali realizzati come difesa per le ricorrenti incursioni turche. I castelli di Roca Vecchia, Castro, Andrano e Tricase, testimoniano la vitalità di questi luoghi. Molto panoramico, invece, l'itinerario che percorre le torri costiere del versante orientale salentino tra San Cataldo e Leuca, sparse tra centri urbani e tratti più esposti sulla costa.

Come tralasciare le masserie fortificate, tra gli esempi più noti di architettura leccese, appartenenti un tempo a ordini religiosi o a proprietà feudali. Oggi valorizzate, tanto da essere diventate - a volte - dei ristoranti ricercati, sono gettonatissime dai visitatori.

Tantissime anche le associazioni che organizzano giri guidati del Salento. Tra queste, Salento Bici Tour, che offre una varietà di percorsi tra classici ed enogastronomici, allo scopo di far vivere la vera Puglia e le tradizioni locali mantenendo al contempo un impatto ambientale al minimo.

Lungo tutto il territorio non manca la possibilità di noleggiare bici, elettriche e non, anche presso le stesse associazioni.


17-07-2019 12:05:10 - Riproduzione riservata
Letto: 1075 volte

Booking.com
Ciccina.it®  è una realizzazione Art Design
Tutti i diritti riservati.