Poesie d'amore
vai a elenco
L'angelo nero è tornato a bussare alla mia porta È entrato senza che me ne accorgessi Nel silenzio assoluto dei suoi passi inesistenti avvolgendomi con il suo manto fatto di fumo e di tenebra. Muta creatura della notte più buia mi ha presa senza che un lamento venisse fuori dalle mie labbra gelide bianche come la cera… Sono anch'io una creatura della notte una sorta i vampiro assetato di vita. Voglio solo fuggire via, nell'oscurita, spiegare le mie ali di pipistrello e volare lontano, nella notte che amo verso il mio oscuro e maligno sposo e nel suo abbraccio mortale poter riposare. Per sempre.
Condividi con i tuoi amici